Powered by ISMN-CNR
CNR - ISMN
Notizie

LA SCIENZA NEGLI SPOT PUBBLICITARI: PROGRESSO O PROPAGANDA?

LA SCIENZA NEGLI SPOT PUBBLICITARI: PROGRESSO O PROPAGANDA?

La conferenza del ricercatore ISMN Pietro Calandra si è tenuta all’Auditorium del Palazzo Rosso nell’ambito del Festival della Scienza di Genova lo scorso 31 ottobre.

 Negli ultimi anni gli spot pubblicitari si sono arricchiti d’informazioni scientifiche con lo scopo di rendere il messaggio promozionale lanciato più convincente. Questo accade perché indubbiamente si pensa che “se lo dice la scienza, deve essere vero”. Sorge il legittimo sospetto, però, che le informazioni scientifiche mostrate nelle réclame siano esposte con lo scopo principale di indurre all'acquisto, perdendo così la loro naturale oggettività. In questo caso, la mancanza di una cultura scientifica non ci consente di recepire in modo critico i messaggi pubblicitari, spesso distorti per fini utilitaristici e commerciali, esponendoci ad un consumo poco consapevole. 

La conferenza tenuta dal Dott. Pietro Calandra, del CNR-ISMN, tenutasi presso l’Auditorium del Palazzo Rosso di Genova lo scorso 31 ottobre, ha mostrato alcuni esempi di argomenti trattati nelle pubblicità: diete alcaline, acque micellari, omega 3, betaglucani e di tanti altri esempi di informazioni scientifiche lanciate dalle pubblicità. I concetti scientifici alla base di queste informazioni sono state chiarite in maniera divulgativa e semplice, senza mai abbandonare il rigore scientifico. Si sono approfonditi poi i concetti di chimica e di fisica di base coinvolti, per poi analizzare più criticamente i vari messaggi. 

Gli spettatori sono stati coinvolti in prima persona nell'analisi ironica e dallo stile accattivante, al fine di ampliare, con il loro contributo, il numero di possibili esempi. Il take-home message è stato quello di guardare in maniera più critica eventuali slogan propagandistici, nell’ottica che la conoscenza e la cultura rendono liberi.

link to the event: http://www.festivalscienza.it/site/home/programma-2017/la-scienza-negli-spot-pubblicitari.html