Powered by ISMN-CNR
CNR - ISMN
Attività di ricerca/Temi di Ricerca

Materiali e tecnologie per la Conservazione e la Fruizione sostenibile dei Beni Culturali



L’ISMN rappresenta un punto di riferimento per molte articolazioni in cui si declina il settore dei Beni Culturali ed, in particolare, per l’applicazione delle nano-tecnologie e nano-scienze in:
    -    Avanzate metodiche di studio chimico-fisico-morfologico e strutturale,
    -    Progettazione, sintesi e validazione di materiali innovativi a bassa tossicita’ ed eco-compatibili
    -    Sviluppo di metodi per la conservazione


L’azione dell’ISMN si concretizza nell’impiego di innovativi metodi di indagine a livello micro e nanoscopico di reperti di differente natura (metalli, ceramici, vetri, lapidei naturali o artificiali e carta); nell’identificazione dei meccanismi di degrado; nello sviluppo di tecnologie innovative e nella progettazione e sintesi di materiali per la conservazione, il consolidamento e la pulitura.
La peculiarità dei manufatti (generalmente di elevato valore) impone trattamenti non distruttivi e raramente - solo quando indispensabili - microinvasivi. Partendo da analisi non distruttive o non invasive, effettuate tramite strumentazioni a sonda focalizzata, nelle più moderne evoluzioni tecnologiche, i dati sono elaborati in maniera diversa per poter affrontare problematiche di varia natura, che tipicamente competono all’archeometria (studi di provenienza, datazione, competenze artistiche e tecnologiche, circolazione di conoscenze, avanzamento tecnologico e relazioni commerciali nell’antichità) e alla diagnostica conservativa (definizione dello stato di conservazione per la proposizione di adeguati interventi conservativi; valutazione dell’efficacia e validazione dei materiali nanostrutturati per la conservazione, monitoraggio del microclima, degli ambienti museali e dei siti archeologici). Una linea di ricerca è dedicata all’Identificazione dei parametri tecnologici di processo e alla ricostruzione delle antiche tecniche di produzione dei beni culturali.
La progettazione di nuovi materiali e/o formulazioni di prodotti per la conservazione ed il restauro viene effettuata considerando la salvaguardia dell’opera d’arte, dell’ambiente, della salute dell’operatore e la sicurezza del lavoro nelle attività di restauro come target principali. In particolare vengono sviluppati film e sistemi nanostrutturati a rilascio controllato di inibitori di corrosione (nanoveicolazione e smart coatings) e materiali nanostrutturati per la pulitura, protezione e consolidamento di superfici vitree, ceramiche e lapidee eco-compatibili e a bassa tossicità, ottimizzandone i metodi di applicazione e validandone le prestazioni.

Progetti sul tema

Consulta le collaborazioni

Progetti Attivi

 AcronimoTitoloResponsabile scientifico

NANORESTART

NANOmaterials for the REStoration of works of ART

Dr. Ingo

TECLA 

Nanotecnologie e Nanomateriali per i Beni Culturali

Dr.ssa Casaletto

HERACLES

Heritage Resilience Against CLimate Events on Site

Dr.ssa Padeletti

Progetti Conclusi

 AcronimoTitoloResponsabile scientifico

MEDAL

Mediterranean Conservation Alliance

Dr. Ingo

CHEMUSY

Cultural Heritage MUltiplatform System

Dr. Ingo

CNR-CNRS Marocco

New low-toxic and environmentally friendly corrosion inhibitors for the conservation of copper-based artifacts

Dr.ssa Casaletto

CONCYTEC

Analisi della manifattura metallica precolombiana del Perù, con particolare riferimenot a oggetti d'oro e ricoperti d'oro

Dr. Ingo

 

Nanomateriali e nanotecnologie per lo sviluppo sostenibile e il patrimonio culturale

Dr.ssa Casaletto

 

Assessment of best practises for a safe exposure and storage of Cultural Heritage artefacts

Dr.ssa Casaletto

Nel corso dell’ultimo decennio ISMN ha collaborato nell’ambito di progetti europei e nazionali con la PMI Assing SpA per la progettazione, implementazione e validazione di sistemi portatili per analisi in situ (XRF e EIS).

La collaborazione con Assing (in differenti settori) generalmente si attiva quando sussistono cornici progettuali oggetto di finanziamento che al momento non sono attive.

La ditta Kriterion (Restauro archeologico su beni culturali tutelati e restauro architettonico) ha commissionato ad ISMN la valutazione dello stato di conservazione e lo studio del degrado di reperti di sigilli in piombo del Museo Archeologico “A. Salinas” di Palermo.

Interpretazioni analitiche su importanti reperti storici, hanno contribuito alla realizzazione di molti cataloghi di mostre e musei  delle Soprintendenze Archeologiche ed Istituzioni Estere.

Nazionali
Museo Archeologico “A. Salinas”, Palermo
Galleria Regionale Palazzo Abatellis, Palermo
Museo Diocesano, Palermo
Centro Regionale per la Progettazione ed il Restauro della Regione Siciliana, Palermo
Soprintendenza ai Beni Archeologici di Palermo
Soprintendenza ai Beni Archeologici di Agrigento
Università di Palermo,
Italian Association of Conservation Scientists, IACS – Roma
Dipartimento Scienze Umanistiche “Sapienza “ Roma
Università Federico II, Napoli
Soprintendenza Archeologica di Roma
Soprintendenza Archeologica di Potenza
Museo Nazionale Romano
Museo Etrusco di Valle Giulia
Museo Pigorini
Museo Nazionale di arte Orientale
Museo Archeologico di Napoli
Università di Milano
Elettra Trieste

Internazionali

Museo Copto, Cairo, Egitto
Università di Kenitra, Marocco
National  Research Centre., NRC, Cairo, Egitto
Museo del Louvre
Museo di Sevres
Museo di Cluny
Museo di Ecouen
C2RMF- Paris
- Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro
- Dipartimento Scienza dei Materiali ed Ingegneria Chimica, Politecnico di Torino, Torino
- Soprintendenza per i Beni Archeologici di Roma, Museo Nazionale Romano, Roma
- Soprintendenza Archeologica alle province di Cagliari e Oristano, Cagliari
- Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo, Chieti
- Dipartimento di Matematica e Fisica, Università di Sassari, Sassari
- Dipartimento di Energetica, Università di Roma “La Sapienza”, Roma
- Dipartimento di Chimica, Università di Firenze, Firenze
- National Institute of Laser Enhanced Science, Cairo University (Egypt)
- Ege University, Faculty of Letters, Department of Protohistory and Near Eastern Archaeology, Turkey
- Consejo Superior de Investigaciones Cientificas,CENIM, Madrid (Spain)
- National Research Centre, Cairo (Egypt)
- National Technical University of Athens, 9, Iroon Polytechniou(Greece)
- Institute of Electronic Structure and Laser, Foundation for Research and Technology Hellas, Heraklion (Greece)
- Hercules Laboratory and Évora Geophysical Centre, University of Evora (Portugal)
- Universidad Nacional Mayor de San Marcos, Facultad de Ciencias Fisicas, Lima (Perù)
- Museo “Tumbas Reales de Sipán”, Lambayeque (Perù)
- Museo El Brujo-Signora di Cao (Perù)